Abbigliamento bimbi: come proteggerli dalle sostanze nocive
Baby Bazar su Facebook
Baby Bazar su twitter




NewsLetter
Baby Bazar

Da oggi, puo ricevere, nella tua e-mail tutte le notizie di BabyBazar!
Il tuo nome:
Il tuo cognome:
La tua e-mail:
Acconsento al trattamento dati




Negozi Baby Bazar
Festa Baby Bazar 2011

Abbigliamento bimbi e sostanze nocive

Martedì 09 Febbraio 2016
Annalisa Aloisi

abbigliamento bimbo e sostanze chimicheQuando i miei bambini erano molto piccoli una zia mi fece un’osservazione che lì per lì trovai piuttosto bizzarra. Mi disse di non comprare body nuovi ai miei figli, ma di riutilizzare body e vestiti usati. Questo perché erano 24 ore su 24 a contatto con la pelle del bambino.

Un body usato, mi diceva, è stato lavato tante volte e contiene meno pesticidi e sbiancanti. Lì per lì liquidai la cosa come una delle solite fissazioni. Inutile negare che quel body bianco candido in cotone, acquistato nuovo in negozio, ti dà un senso di sicurezza, di pulizia. Ed è quello che vuoi per il tuo bambino, no? Ma le sue parole mi tornavano spesso in mente e mi sono informata meglio.

Aveva ragione! Sì, mi scocciava ammetterlo, ma aveva ragione da vendere!

Cosa c’è nei vestiti dei bambini?

E non solo dei bambini direi. Il dr Philip Tierno, direttore di Microbiologia e Immunologia presso la New York University, ha condotto vari test su tessuti e capi d’abbigliamento di uso quotidiano facendo delle scoperte quantomeno inquietanti: i tessuti utilizzati per la produzione di capi d’abbigliamento sono pesantemente contaminati da sostanze chimiche e coloranti, primi tra tutti i tessuti in cotone (non biologico).

Partiamo dalla semplice constatazione che un vestito acquistato in un negozio non è così nuovo e pulito come molti credono. Il dr Tierno ha trovato secrezioni respiratorie, flora cutanea, flora fecale, lieviti e pidocchi nei tessuti che sono stati toccati e provati da molte persone

“La cosa buona, dice, è che la maggior parte delle persone hanno un sistema immunitario sufficientemente robusto, in modo che di solito può combattere il piccolo numero di microrganismi che possono avere sul loro corpo … Il fatto che si entra in contatto con uno non significa che stai andando ammalarsi.” Ma questa è solo la punta dell'iceberg.

Perché i vestiti nuovi sono così pericolosi?

vestiti per bambini pericolosi

Le regole e i controlli sull’utilizzo di sostanze chimiche a rischio non sono gli stessi ovunque. In molti paesi asiatici vengono utilizzati coloranti molto pericolosi, che causano gravi reazioni cutanee e solo dopo molti lavaggi le sostanze irritanti vengono in parte eliminate. Certo, poi finiscono nell’ambiente, nella falde acquifere e ingeriti da pesci e animali selvatici.

Tierno ha rilevato tracce di formaldeide, utilizzato per ridurre pieghe e muffa, ma noto cancerogeno, e di etossilati di nonilfenolo (NPE) che interferisce con il sistema endocrino. Il triclosan è un antimicrobico che forse risolve in parte il problema della contaminazione di cui abbiamo parlato inizialmente, ma va ad agire pesantemente a livello ormonale interferendo anche con lo sviluppo del feto e aumentando il rischio di cancro.

"L’Organic Consumers Association (OCA) ha spiegato: 'Le sostanze chimiche utilizzate nella produzione di cotone non si esauriscono con la coltivazione. Come aiuto nella raccolta, gli erbicidi sono usati per defogliare le piante, rendendo più facile la raccolta.

Produrre un tessuto dalle piante coinvolge più sostanze chimiche nel processo di sbiancamento, dimensionamento, colorazione, raddrizzamento, appiattimento, resistenza alle macchie e agli odori, antinfiammabilità, riduzione delle pieghe. Alcune di queste sostanze chimiche sono applicate con il calore e così incollate alle fibre di cotone.

Diversi lavaggi vengono effettuati durante tutto il processo, ma alcuni degli ammorbidenti e detergenti lasciano un residuo che non sarà totalmente rimosso dal prodotto finale. Sostanze chimiche spesso utilizzati per le finiture sono formaldeide, soda caustica, acido solforico, resine, sulfamidici, alogeni e bromo.

Alcuni capi di abbigliamento importati sono ora impregnati con disinfettanti di lunga durata che sono molto difficili da rimuovere. Questi e gli altri residui chimici colpiscono le persone con Sensibilità Chimica Multipla. Inoltre, le persone hanno sviluppato reazioni allergiche attraverso il contatto con la pelle.' ” (dionidream.com)

Come proteggere i nostri bambini? 4 consigli

abbigliamento bimbo e sicurezza

  1. Controlla l’etichetta, soprattutto dell’abbigliamento intimo. Molte riportano l’indicazione di test effettuati per rilevare sostanze nocive.
  2. Preferisci cotone biologico, non è geneticamente modificato e non è stato trattato con sostanze tossiche.
  3. Lava sempre almeno una volta ogni indumento nuovo. Tocca il tessuto con le dita e se le sentirai lisce o colorate evitalo e lavati bene le mani uscito dal negozio.
  4. Usato, usato, usato. Sì, anche per l’intimo dei bimbi. Certo è più facile quando lo puoi passare da un fratello all’altro o quando puoi scambiarlo con parenti e amici. Quando si tratta di vestiti è certamente più facile e puoi rivolgerti a mercatini dell’usato come Baby Bazar dove sai di trovare qualità e sicurezza.

Quello della sicurezza dei nostri bimbi, della cura della loro salute è uno dei principali motivi per cui è importante dare il più possibile una seconda vita all’abbigliamento usato, che è stato lavato e rilavato più volte e contiene sicuramente molte meno sostanze pericolose.

Vendi anche tu i capi che i tuoi figli non usano più con Baby Bazar, proteggi i tuoi bambini e l'ambiente.

Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo contenuto nelle cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!



newsletter

Vuoi rimanere aggiornato e ricevere, ogni 15 giorni, la newsletter di Baby Bazar? E' gratis! Iscriviti subito!

 

blog bimbi

Ogni Baby Bazar ha un suo blog personale dove trovi eventi ed offerte. Vieni a scoprire le notizie dai blog.


Link utili Mappa del sito
Rss
Baby Bazar. Copyright ©, 2000 - 2020 by Leotron - Verona - Italy - Partita Iva: IT02079170235